Trovare energia e ridurre la tensione con la Mindfulness

mindfulness
Portando su un'azione il 100% della propria attenzione, facendone una meditazione, si rafforzano le proprie energie positive e si riduce la tensione. Come? Con la Mindfulness

Nel precedente articolo “Mindfulness: concentrarsi sul presente nei momenti difficili”, si è parlato della pratica della Mindfulness, o presenza mentale, ossia di un metodo semplice per valorizzare il proprio vissuto e per rendere giustizia alla ricchezza dei momenti della propria vita.

Nel tentativo di entrare più nello specifico di quest’ambito ed esplicitare meglio come essa possa essere praticata, vi chiedo:

Quanto tempo dedicate alla cura di voi stessi?
Ogni quanto vi dedicate alla cura del vostro corpo?
Vi prendete mai cura delle vostre sensazioni o emozioni?

La maggior parte delle persone sottovaluta tali aspetti. Per uno motivo o per l’altro, si tende spesso a porre sé stessi e la propria vita in fondo alla lista delle cose importanti, a discapito del proprio benessere.

In realtà la consapevolezza e la cura della propria persona stanno alla base di ogni singolo sentiero che si intraprende nella vita, ed entrambe, solo se lo si vuole veramente, possono essere esercitate quotidianamente da ciascuno attraverso la costante presenza mentale e forniscono l’energia giusta per affrontare ogni esperienza, dalla più semplice (come respirare) alla più complicata. (T.N. Hanh, 2012).

Quanto detto finora può apparire astratto e troppo complicato da applicare, invece è molto più semplice di quanto si possa pensare.

La Mindfulness non ruba del tempo agli impegni, ma anzi li valorizza: si può praticare la
Mindfulness anche mentre si è al lavoro, mentre si chiude la porta, mentre si accende la luce,
mentre si guida… Si può decidere di svolgere una qualsiasi semplice attività in piena presenza mentale, con consapevolezza, non permettendo alla mente di essere persa nei tanti pensieri disturbanti che ancorano al passato.

Portando su un’azione, anche la più banale, il cento per cento della propria attenzione, facendone una meditazione, si rafforzano le proprie energie positive e si riduce la tensione.

Si può praticare la Mindfulness anche quando non si fa nulla, dedicando anche cinque o dieci minuti ogni giorno alla consapevolezza del proprio respiro, distraendo ancora la mente dalle negatività. (T.N. Hanh, 2012).

Ogni luogo può diventare quindi lo spazio e il tempo della propria presenza mentale, ciò non può dipendere dall’esterno, ma solo dal modo in cui si decide di approcciarsi alla vita.

Se scegliete di praticare la Mindfulness, essa può diventare il vostro modo di vivere quotidiano per non nutrire il dolore e il dispiacere e trasformarli in energia positiva; ma ancor di più, vi permette di partire dalla cura di voi stessi e dal vostro benessere nell’intraprendere ogni singola esperienza.

More from Guendalina Puddu

Mindfulness: concentrarsi sul presente nei momenti difficili

Diversi autori sostengono che esercitare la Mindfulness sia un modo efficace per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *