Timbuktu: quando la tecnologia diverte e insegna a bambini e genitori

timbuktu app education
Timbuktu - Learn out of the box. Di che si tratta? E' partita come un'app illustrata e multimediale per iPad, iPhone e iPod, ottimo strumento per insegnare, divertire e raccontare storie ai bambini. Ecco perché è speciale...

Verrebbe da dire con un certo malcelato orgoglio la classica frase “italian do it better” quando ci imbattiamo in Timbuktu – Learn out of the box. Di che si tratta? E’ partita come un’app illustrata e multimediale per iPad, iPhone e iPod, ottimo strumento per insegnare, divertire e raccontare storie ai bambini.

L’app non è nuova, ce ne accorgiamo noi della redazione piuttosto tardi, ma ci piace dare luce – nel nostro piccolo – ad un lavoro egregio che ha ottenuto tantissimi apprezzamenti e premi soprattutto all’estero. Lavoro e creatività tutte al femminile, poiché nascono dalla fantasia e dalle capacità imprenditoriali del duo Elena Favilli e Francesca Cavallo.

Timbuktu, come dicevamo, ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui il Best Design Award alla “Launching Education and Kids Conference 2012” e fu inserita da Apple tra le 5 app migliori nella categoria Education.

Nata come app-raccontastorie in lingua inglese, ad oggi la situazione è molto cambiata: non solo lingua inglese ma anche italiano. Non solo Timbuktu, ma anche Timbuktu Pasta, Romeo and Juliet, Oscar Pizza Chef, per far divertire e imparare bambini… e anche genitori, crediamo!

Fare la Pasta, fare la Pizza o interagire con Romeo e Giulietta chiaramente è un divertente compromesso per insegnare ai bambini a crescere, divertendosi con creatività e bellezza della narrazione. Nel “manifesto” di Timbuktu, infatti, troviamo valori importanti, che ispirano contenuti multimediali e formativi importanti:

  • IMMAGINAZIONE, descritta come uno strumento importante per capire e cambiare il mondo.
  • COMUNICAZIONE, tra bambini e adulti, in ottica di progresso, cooperazione e crescita reciproca.
  • BELLEZZA, perché la tecnologia può mostrare il proprio aspetto più bello in maniera educativa.
  • CREATIVITÀ, in quanto capacità fondamentale per avere un impatto positivo nel mondo.
  • SEMPLICITÀ e QUALITÀ, perché i contenuti delle storie sono già straordinari, il racconto e i suoi messaggi sono il vero fulcro di Timbuktu, non serve complicare o edulcorare.
  • FORMAZIONE, dato che i contenuti sono tutti testati e approvati da pedagogisti, per garantire “educazione” oltre al puro intrattenimento.
  • AMORE per tutto ciò che riguarda l’infanzia ma anche ONESTÀ, perché fare il genitore è un lavoro arduo e necessita di ogni supporto…
  • Ed infine CORAGGIO, nel provare nuove vie e nel capire che anche i bambini – come i grandi – amano e meritano novità, attenzioni e cure.

Insomma, un altro esempio eccellente di come tecnologia e formazione – tema su cui siamo tornati spesso – insieme possono funzionare a meraviglia.

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Dopo il diploma, che fare? La difficile scelta degli studenti italiani

In un periodo di crisi così accentuato, diventa molto difficile capire qual...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *