L’agire responsabile: il nostro livello di coerenza

coerenza responsabilità al lavoro
photo credit: P!XELTREE via photopin cc
Questo articolo, in continuità con il precedente, intende approfondire il secondo aspetto dell’agire responsabile, relativo al nostro livello di coerenza interna. E voi, siete coerenti con voi stessi?

Questo articolo, in continuità con il precedente, “L’agire responsabile: il nostro Io e il dialogo interiore“, intende approfondire il secondo aspetto dell’agire responsabile, relativo al nostro livello di coerenza interna.

Il livello di coerenza indica che possiamo controllare responsabilmente ciò che:

  • pensiamo
  • diciamo
  • facciamo

Se pensiamo che…

“Voglio un mondo bello!”

poi diciamo…

“C’è crisi, è uno schifo!!!”

tenendo fede al detto…

“Nel mio piccolo tiro a campare”

continuando ad investire il nostro tempo ( cioè la nostra vita) in un’attività che non ci soddisfa, sperando che in futuro “le cose migliorino”… è evidente che non siamo coerenti con noi stessi, perché non allineati su ciò che pensiamo, diciamo e facciamo realmente.

Allineare pensiero, parola e azione significa metterci nella condizione di esercitare pienamente la nostra “abilità a rispondere” e quindi di creare attivamente quel “mondo bello” che vogliamo per noi stessi.

A questo punto una domanda sorge spontanea:

“Come faccio a creare questo mondo a partire dalla mia condizione attuale ?”

Una risposta ce la fornisce Wallace D. Wattles, autore de La legge di Attrazione:

“Se siete impegnati in un lavoro, e sentite che non è quello giusto per voi, non aspettate di ottenere quello giusto per iniziare ad AGIRE. (…) Servitevi della vostra attuale occupazione come mezzo per raggiungerne una migliore, e servitevi del vostro attuale ambiente come mezzo per entrare in uno migliore”.

Wattles ci invita quindi ad agire nel qui ed ora, mantenendo la visione di noi stessi nel lavoro e più in generale in tutto ciò che vogliamo realmente per noi stessi… Le parole di Wattles ci introducono quindi alla terza risposta che possiamo controllare responsabilmente, e cioè il nostro immaginario visivo, che affronteremo nel prossimo post…

Written By
More from Laura Pagano

Qual è la tua mission?

In una prospettiva di educazione permanente, la definizione della propria mission personale...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *