A Natale siamo tutti più… tristi! Ecco come vivere serenamente le feste

sopravvivere alle feste
Si sa, a Natale siamo tutti più buoni. Ma anche più tristi. E' sensazione diffusa, infatti, quella di provare un po' di tristezza e malinconia durante le feste di fine anno. Ma perché molti di noi sentono queste sensazioni?

Si sa, a Natale siamo tutti più buoni. Ma anche più tristi. E’ sensazione diffusa, infatti, quella di provare un po’ di tristezza e malinconia durante le feste di fine anno. Ma perché molti di noi sentono queste sensazioni?

Il motivo sembrerebbe imputabile al dover partecipare necessariamente a questa norma collettiva, non scritta, di dover partecipare a tutti i costi e pienamente a tali feste. Natale con i parenti, capodanno con gli amici e divertimento sfrenato. Ciò che porta infelicità, dunque, è lo scontro tra sentimenti e volontà proprie con le norme collettive.

Cosa fare per evitare la malinconia natalizia

  1.  Essere onesti con se stessi: stop alle feste forzate, stop a pranzi e cene con il sorriso finto. Fate il più possibile ciò che volete, senza dover sottostare alle regole dettate dalla tradizione.
  2.  Ovviamente dobbiamo vivere in relazione con le altre persone, pertanto si dovrà trovare un compromesso: cercate una “maschera sociale” che più si adatti al vostro io, alle vostre reali volontà.
  3.  Parlarne con qualcuno: confidatevi o anche solo fatevi una bella chiaccherata con qualche amico. Due risate, un film in compagnia: staccatevi dai vostri pensieri più tristi!
  4.  Fate sport: una corsa o praticare il vostro sport preferito libera endorfine nel vostro corpo. In parole povere, lo sport vi permette di dominare lo stress e di abbassare i livelli di ansia. Inoltre, avrete anche dei benefici effetti a livello di salute fisica e di minor impatto degli svariati pranzi e cene a cui (forse) andrete.
  5. Fatevi un regalo, fate shopping: fa bene alla salute, alla mente ma anche al corpo: fa bruciare infatti parecchie calorie (una media 920 calorie in una settimana, camminando tra negozi).
  6. Ricordate: Natale arriva ogni anno, quindi potete adeguarvi a pranzi, cene ed altri rituali in futuro, quando ne avrete voglia.
  7. Perché no, fate qualche regalo a chi vuoi bene (non solo a voi stessi): l’atto del dono è un atto spontaneo, pieno di gioia. Non serve spendere chissà quanti soldi, mai come in questo caso – se è un dono fatto col cuore – basta il pensiero. Volendo anche le cosiddette ceste di Natale sono un buono spunto: sono prodotti gustosi, che si possono consumare con la persona a cui hai fatto il dono. Per un vero e genuino momento di condivisione.

Riassumendo: fate ciò che vi rende veramente felici.

Written By
More from Redazione

Timbuktu: quando la tecnologia diverte e insegna a bambini e genitori

Timbuktu - Learn out of the box. Di che si tratta? E'...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *